Ago 28, 2010 - Prevenzione    No Comments

Diabete familiare quale prevenzione adottare

Sara D: Nella mia famiglia tutti soffrono di diabete di tipo 1, sono preoccupata per il mio futuro, è possibile evitare che anche io abbia lo stesso problema? Dal punto di vista alimentare cerco di evitare i dolci, ma è sufficiente?

R:  Perché l’organismo funzioni in modo corretto, occorre che il glucosio sia mantenuto entro certi limiti, distinguiamo in genere:

diabete mellito insulino dipendente che può colpire a qualsiasi età, ma frequentemente in età giovanile, generato dall’incapacità del pancreas di produrre insulina, l’ormone che interviene per equilibrare i livelli di glucosio nel sangue

– diabete mellito non insulino dipendente in genere colpisce il 13% della popolazione sopra i 50 anni, poiché nel corpo si verifica una resistenza da parte dei tessuti dell’organismo all’insulina, prima viene corretto con una dieta, poi con uso dei farmaci ma spesso si ricorre alla somministrazione d’ insulina.

Alimentazione può svolgere un ruolo importante, anzi per meglio dire l’alimentazione con uno stile di vita attivo, può sicuramente in soggetti predisposti ritardare l’insorgenza della malattia, ma al momento non esite una terapia di prevenzione sicura al 100%.

Tenere il peso controllato 
Più che un eccesso di zucchero, il vero pericolo è nell’obesità, è questa patologia che favorisce il diabete, dal momento che l’obesità aumenta la resistenza all’insulina prodotta dal pancreas. Dopo i 40 anni è facile mettere su dei chili, non bisogna lasciarli accumulare, valuta che è stato dimostrato da studi medico scientifici che una perdita di peso di 5 kg diminuisce del 50% la possibilità del rischio di sviluppare il diabete . (se i dati che mi hai mandato sono corretti devi perdere almeno 5/6 kg. non sono tantissimi)

 

Buone regole

– 1) Tipo di alimentazione: l‘unico sistema di prevenzione è quello adottare un alimentazione leggera, ricca di frutta, verdura, legumi, pochissimi prodotti animali meglio solo se latte/latticini e pesce. Ottime sono le zuppe di verdura e di legumi, per controllare meglio la fame oppure un piatto unico con pesce accompagnato da legumi, fare pasti regolari.

– 2) Attività fisica se non ti è possibile almeno 45 minuti di cammino al giorno.

– 3) Diminuire grassi specialmente quelli saturi d’origine animale

4) Prediligere come grasso l’olio d’oliva esercita un azione antinfiammatoria e diminuisce il rischio di sviluppare la resistenza all’insulina.

– 5) Arricchire l’alimentazione di omega 3, non complementi o integratori ma naturale è presente nei pesci grassi come il salmone ma anche le alici, in quanto migliorano la resistenza organica all’insulina

– 6) Bere acqua piuttosto che bevande gasate sempre 

– 7) Per la prima colazione scegliere dei semplici cereali piuttosto che i corn flaches

– 8) Mangiare più legumi come lenticchie, ceci, fagioli

– 9) Evitare i prodotti alleggeriti di zucchero perchè possono stimolare l’appetito e quindi fare aumentare di peso

– 10) Per insaporire utilizzare le spezie: come la cannella che migliora la tolleranza al glucosio

– 11) Ma anche il pepe, timo, curcuma che sono utilizzate nella medicina ayurvedica per diminuire il tasso di glucosio nel sangue , le spezie hanno proprietà sia antiossidanti che antinfiammatorie

– 12) Eliminare i dolci è un modo per mantenere il peso nella norma e quindi di diminuire il rischio di sviluppare diabete. Molto spesso non basta ovviamente, perche se si eliminano i dolci ma si mangia tanto oppure ci si muove poco, si è lo stesso a rischio. Tuttavia un dolce ogni tanto, anche poco, meglio se dopo mangiato aiuta psicologicamente un esigenza di gratificazione che non incide più di tanto.

13) Bevande, Diabete e edulcoranti  : Brii, una nostra blogger mi aveva chiesto della pianta stevia rebaudiana, da cui si ricava una zucchero dall’alto indice zuccherino, nel Gennaio 2009 è stato approvato dal Food and Drug Administration, nonostante rimangano delle forti perplessità sulla sua eventuale tossicità, sia Coca cola che Pepsi stanno sviluppando dei nuovi prodotti proprio con Stevia, mentre altre aziende preferiscono utilizzare sciroppo d’agave, che non ha controindicazioni solo negli USA il 2008 sono stati presentati 236 nuovi prodotti con ingrediente sciroppo d’agave al posto si zucchero cioè saccarosio o edulcoloranti come Aspartame. Sciroppo d’agave e Stevia innalzano meno del saccarosio il glucosio.

– 14) Bevanda da preparare in casa: la migliore bevanda è l’acqua per renderla più gradevole potete aggiungere delle foglie di menta o delle foglie di menta e rosmarino aggiungendo magari anche delle buccia di limone o arancia non la parte bianca perchè amara, mettete in una brocca in frigorifero, nelle giornate di caldo renderà l’acqua più gradevole al palato.

Negli ultimi anni una nuovo terapia di prevenzione viene sperimentata negli Usa, a base di pillone di insulina per sette anni, la sperimentazione è in corso su soggeti a rischio i risultati dovrebbero arrivare dopo il 2013.

Ringrazio per la collaborazione alle risposte la Dr. Arianna Banderali, Specialista in Scienze dell’Alimentazione, responsabile del Centro di Riabilitazione Nutrizionale della Clinica Villa Garda

Diabete familiare quale prevenzione adottareultima modifica: 2010-08-28T20:41:00+00:00da guntherkf
Reposta per primo quest’articolo

I commenti sono chiusi.