Feb 4, 2011 - cancro    No Comments

4 Febbraio, Giornata Mondiale contro il Cancro

Oggi è la Giornata Mondiale contro il Cancro, un argomento che ho affrontato spesso in questo blog, perchè credo che sia importante parlarne per dare un informazione continua. I dati parlano che il cancro ha toccato nel 2010 dieci milioni di persone e ha coivolto di più l’Europa, il Nord America e L’Australia, in definita i paesi più sviluppati, io su questi dati esprimo cautela, perchè c’è una mancanza di statistica in altri paesi, in alcuni paesi le diagnosi non sono sempre sono possibile, tuttavia mi chiedo se sono le nostre condizioni di benessere, il nostro stile di vita che genera il cancro ?

Ci sono posti nel mondo senza cancro? Si e uno mi riguarda direttamente. Il cancro fino ad ora è una malattia sconosciuta in 3 popolazioni : gli abitanti dell’arcipelago di Okinawa, del terrotorio di Vicabamba in Equador e la valle di Hunza in Pakistan. Sugli abitanti di queste tre popolazioni esiste una letteratura ampia che ha individuato sia delle carattetistiche genetiche che delle caratteristiche ambientali che si riflettono sull’alimentazione e sullo stile di vita.
Tutti e tre i luoghi hanno la caratteristica di essere poco accessibili, sono stati per diversi anni delle comunità chiuse, povere e dalle risorse limitate, ma anche delle comunita rurali e solidali.

Quella che io conosco direttamente è la comunità di Hunza a Nord del Pakistan, quasi un oasi a 2.500 m , la notorietà di questa valle è dovuta alle descrizione del libro di J. Hilton “Orizzonte Perduto” e a due antropologi britannici che avevano scoperto già il secolo scorso che il popolo Hunzukut ha una alta capacità di resistenza alle malattie e alle infezioni. Quello che ricordo è una comunità molto forte e gran lavoratrice, in un area dove nulla nasce spontaneo cèerano campi e orti rigogliosi. Coltivano orzo, frumento, miglio, grano saraceno, si consumano solo prodotti locali e stagionali al massimo prodotti essicati, ricordo il consumo nei pasti delle germe di grano , dei germogli dei piselli, I pasti erano costituiti sopratutto da verdure, legumi lessati, limitato il consumo di carne (gli animali vengono uccisi solo quando vecchi), l’uso limitato del sale , i formaggi consumati poco e solo freschi o fermentati.

Confrontandolo con le altre comunità completamente bandito alcool e fumo, l’alimentazione ha pasti frugali, senza sale, poca carne, pochi grassi e sopratutto senza zucchero tranne che la frutta secca, i pasti seguono la stagionalità con periodi di ristrazione calorica per la non abbondanza di cibo, mancanza di cibo, secondo alcuni questo fa in modo che le cellule si ossidano meno e queste tende a creare un ambiente ostacolo allo sviluppo del cancro ( Louis-Claude Vincent), questa tesi non è supportata da alcuna evidenza scientifica. .

Tuttavia la risposta del perchè non si ammalino di cancro, non so se sta nell’alimentazione, forse più nell’ambiente, aria pulita, nella mancanza di stress e nella tranquillità o in tutte queste cose insieme?

Info : Global Cancer Control, World cancer day, Lega ticinese contro il cancro.

Post Correlati: Hit parade alimenti anticancro5 porzioni di frutta e cancro in rapporto con il cancro, Acqua del rubinetto e cancro, Dieta vegetariana e cancro, Alimentazione e Cancro.

4 Febbraio, Giornata Mondiale contro il Cancroultima modifica: 2011-02-04T20:58:31+00:00da guntherkf
Reposta per primo quest’articolo

I commenti sono chiusi.