Browsing "opinioni"
Ago 9, 2013 - nutrizione, opinioni    No Comments

Perchè le uova hanno un colore differente? Che differenza c’è tra uovo bianco e uovo scuro?

Ho visto spesso in alcuni mercati la vendita di uova a prezzi differenti a seconda del colore, chiariamo che non esiste alcuna differenza.

Le galline che fanno uova bianche sono in genere le galline di razza del mediterraneo e dell’Europa, durante il secolo XIV furono importante galline dai paesi asiatici che fanno uova più scure quasi beige, mentre le uova gialle o per lo meno tra il bianco  e lo scuro sono fatte da galline tra l’incrocio di polli asiatici e polli europei, come si dice oggi è una questione di genetica e null’altro!

Il colore esterno non incide sulle qualità nutrizionali o gustative, non fatevi confondere dal colore esterno delle uova.

Non riesco a digerire i legumi secchi, hai qualche consiglio?

Domanda di Cristina S. : Mi piacciono molto i legumi secchi, ma gli escludo spesso dalla dieta perchè non riesco a digerirli, hai qualche consiglio che può aiutarmi?

La non digeribilità dei legumi può dipendere da diversi fattori:

1) Quantità

2) Cottura

3) Abbinamento

4) Preparazione

 

1) Quantità, conta anche la frequenza e la regolarità con cui mangiamo i legumi, mentre una volta i legumi erano presenti sulle nostre tavole quasi tutti i giorni oggi la loro presenza è sporadica, conosco persone che li mangiano solo a Capodanno grazie alle lenticchie. 

Nell’intestino mancano gli enzimi in grado di digerire alcuni zuccheri presenti nei legumi, che una volta arrivati nel colon possono essere fermentati dalla flora batterica presente.

Si può introdurre i legumi gradualmente e consumarli con regolarità, in quanto l’apparato digerente si abitua pian piano ai zuccheri dei legumi.

1 porzione per volta, più la porzione è grande più la fatica della digestione si fa sentire.

 

2) Cottura, la cattiva cottura può essere data anche da una cottura non ottimale, ricordate che i legumi secchi vanno messi a bagno prima di cuocerli per diverse ore , alcune varietà di ceci anche 20 ore e con acqua abbondante, sulle confezioni viene indicato sia il tempo di ammollo che il tempo di cottura.

Si consiglia di cuocere i legumi per 10-15 minuti e poi buttare l’acqua e mettere nuovo acqua fredda.

Può essere utile mettere un pizzico di bicarbonato di sodio nell’acqua che ne agevola la cottura.

 

3) Abbinamento, attenzione alcune ricette della tradizione sono troppo ricche di grassi, spesso si aggiungono le cotenne del maiale, lardo, guanciale, più olio o burro, questo appesantisce il piatto e prolunga di digestione, quindi è consigliabile non aggiungere eccessivi grassi nella cottura.

Ricordate spezie ed erbe aromatiche facilitano la secrezione digestiva e stimolano le funzioni intestinali : rosmarino, alloro, semi di finocchio, anice, curry, curcuma

 

4) Preparazione, alcuni hanno lo stomaco delicato come le persone anziane o i bambini e le spezie non sono consigiabili, allora buona cosa è frullare i legumi in questo modo diventano più digeribili

Post Correlati: Riso integrale e legumi abbinare gli alimenti aiuta e perdere peso e a gestire meglio il diabete,

Champagne e spumante contengono polifenoli per la protezione del sistema cardiovascolare?

spumante,champagne,salute,polifenoli,prevenzione cardiovascolare,prevenzione cuore,vino,alcool,salute alcool

Domanda di Claudia T: lo spumante e lo champagne proteggono il nostro sistema cardiovascolare, con il loro contenuto di polifenoli?

L’unico studio pubblicato in merito che io ricordo è apparso sul British Journal of Nutrition nel 2009 e riguardava lo champagne, a ragione veduta anche se non stati fatti degli studi che io ricordo anche lo spumante e il prosecco potrebbero contenerne una discreta quantità.

Effettivamente lo champagne contiene un discreto tenore di polifenoli che gli conferiscono delle proprietà antiinfiammatorie. Gli antiossidanti contenuto nel vino possono svolgere anche altre funzioni positive come limitare i danni dei radicari liberi e svolgere anche una funzione nella prevenzione dell’invecchiamento celebrale.

Tuttavia personalmente non sono daccordo nella comunicazione delle proprietà salutari del vino e dell’alcool in generale, perchè come in questo caso lo champagne non può essere considerato una terapia, il consumo di alcool deve essere moderato e rimanere occasionale, si rischia di creare delle false aspettative.

Lo stesso studio sostiene che gli effetti positivi si riscontrano con due bicchieri di champagne al giorno, questa è una quantità non tollerata da tutti allo stesso modo,  1 bicchieri di bevanda alcolica è bel tollerato da un individuo adulto sano, due invece dipendono dalle condizioni fisiche, età, sesso, salute, fegato, patologie già presenti.

La stessa quantità di polifenoli la possiamo trovare presenti in altri alimenti come l’uva o ancora meglio il tè, anche se la fonte principale rimane la frutta e la verdura (dagli agrumi alle ciliegie, dai cavoli a pomodoro), ma anche cacao, olio di oliva extravergine spremuto a freddo, ce ne sono in discreta quantità ma non hanno gli stessi effetti negativi dell’alcool.

Brindate pure al nuovo anno con un bicchiere di spumante o di champagne, un occasione per fare festa e celebrare il nuovo anno, ma tutto qui.

Post correlati: Il vino fa bene o fa male, birra ha gli stessi benefici cardiovascolari del vino,