Browsing "sistema immunitario"

C’è alluminio nelle preparazioni al latte per i lattanti?

 alluminio,latte artificiale,latte in polvere

Sonia M: C’è dell’alluminio nella preparazioni di latte liquide e in polvere per lattanti?

Si, l’alluminio è presente in diversi prodotti alimentari, in quanto favorisce la conservazione d’ alimenti , sali d’alluminio sono utilizzati come additivi alimentari, anche cibi cotti e conservati in contenitori d’alluminio, potenzialmente possono veicolare una modalità d’assunzione dell’alluminio, le bibite in lattina sono tra i prodotti più noti potenzialmente più a rischio, ma quello che crea più preoccupazione ai consumatori sono sicuramente le preparazioni per lattanti.  

A differenza di altri metalli , l’alluminio ha alcune funzioni biologiche note e può accumularsi negli organi.  I suoi effetti tossici sono stati dimostrati ripetutamente. Sarebbe associato ad alcuni tumori e malattie ossee, ci sono diverse tesi anche relative allo sviluppo dell’ Alzheimer .

I ricercatori della Keele University nel Regno Unito hanno condotto uno studio sulle preparazioni dei lattanti sia liquide che in polvere sui valori d’alluminio nei prodotti per bambini. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista BMC pediatrics , i preparati per latte hanno un livello ritenuto alto che potrebbe influenzare la salute dei bambini .

Il foglio di alluminio presente nel packaging degli alimenti può favorire il passaggio dell’alluminio negli alimenti specie se questi contengono liquidi con una certo livello d’acidità.

In questo studio i ricercatori hanno misurato il contenuto di alluminio di 30 diverse marche di latte liquido e latte in polvere  Hanno fatto un confronto agli standard raccomandati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per l’acqua potabile è di 0,2 mg / l .

Secondo il loro studio le preparazioni hanno un contenuto che varia da 0,1-0,43 mg / l . In alcune preprazioni con latte di soia , le concentrazioni sono ancora più alte  0,7 mg / l , più di tre volte la dose che non deve essere superata per l’acqua .

I ricercatori procedono cauti sostenendo che sono necessari ulteriori studi per valutare l’effetto di queste dosi sul corpo dei neonati.

La comunità scientifica ha però chiesto alle aziende agroalimentari e/o farmaceutiche specializzate in formule per il latte di ridurre al minimo l’utilizzo dell’alluminio al fine di proteggere la salute dei bambini .

Io sono vegetariano, faccio fatica a fissare il ferro, quali alimenti mi consigli per raggiungere i livelli consigliati ?

veegtariani, ferro, calcio, vitamina c, teina, alghe, spirulina

I vegetariani devono quotidianamente assumere alimenti con ferro come legumi secchi come per esempio i ceci, fagioli, lenticchie, alcune verdure come spinaci, finocchi, valeriana, ma anche altri alimenti come : tofu, semi di zucca, semi di girasole, germe di grano o lievito di birra.

Anche le uova due o tre volte alla settimana possono concorrere a contribuire con un buon apporto di ferro.

Il cacao quello fondente con il 70% minimo di cacao.

Le alghe.

Spirulina in polvere, si può diluire facilmente in succo di frutta o in uno yogurt

Importante è ricordarsi che l’assorbimento del ferro è facilitato dalla Vitamina C, per cui duranti i pasti ricordarsi di mangiare alimneti con vitamina c come arance, kiwi, fragole, frutti di bosco ma anche peperoni.

Importante è ricordarsi che caffeina e teina riducono l’assorbimento del ferro ed è bene consumarli lontano dai pasti .

Importante ricordarsi di non consumare troppi prodotti derivati del latte per non generare e livello intestinale il conflitto d’assorbimento tra ferro e calcio.