Alimentazione e cancro le 10 raccomandazioni World Cancer Research Fund

Le 10 Raccomandazioni del World Cancer Research Fund

1. Mantenere il proprio peso regolare, evitando sottopeso, sovrappeso, obesità. 

2. Essere fisicamente attivi per almeno trenta minuti al giorno.

 

3. Evitare le bevande zuccherate. Limitare il consumo di alimenti ad alta densità calorica (in particolare i prodotti ad alto contenuto di zuccheri aggiunti, oppure a basso contenuto di fibra o ad alto contenuto di grassi).

 

4. Aumentare e variare il consumo di ortaggi, frutta, cereali integrali e legumi.

 

5. Limitare il consumo di carne rossa (come manzo, maiale o agnello) e di evitare le carni trasformate.

 

6. Limtare consumo d’ Alcool un bicchiere l giorno per le donne e due bicchiere per gli uomini.

 

7. Limitare il consumo di cibi salati e prodotti contenenti sale aggiunto (di sodio).

 

8. Non assumere integratori alimentari per prevenire il cancro.

 

9. Preferibilmente, le madri devono allattare al seno per sei mesi .

 

10. Dopo il trattamento, le persone con diagnosi di cancro dovrebbero seguire tutte le raccomandazioni.

Questo è il risultato di una serie di pubblicazioni scientifiche di studi ( più di 7 000)  che hanno messo in luce il legame tra alimentazione e cancro, fatto dal  World Cancer Research Fund .

Questi studi hanno messo in rilievo alcune condizioni a rischio come l’eccessiva magrezza, il sovrappeso, l’obesità e una serie di alimenti il cui abuso costituisce un serio pericolo di sviluppare il cancro come alcool, sale, carne rossa, salumi, sul banco degli imputati sono finiti anche gli integratori alimentari contenenti beta-carotene, secondo questo rapporto il 30% dei tumori potrebbe essere prevenuto attraverso delle migliore abitudini alimentari.

Non solo norme alimentari ma anche alcuni comportamenti che sembrano favorire la prevenzione come : l’attività fisica, l’allattamento al seno e il consumo di frutta e verdura  consumati quotidianamente (più nello specifico frutta e verdura possono svolgere un ruolo preventivo per i tumori gastrointestinali, mentre per il tumore al polmone questo ruolo è riconosciuto solo dalla frutta, nel caso del tumore al polmone uno studio ha dimostrato che il consumo quotidiano dei pistacchi diminuisce il rischio di sviluppare il tumore al polmone) ma teniamo presente che non è un singolo alimento ma una dieta equilibrata nel suo complesso che può essere di prevenzione. 

Gli antiossidanti aiutano a prevenire i tumori?

Questo argomento è molti dibattuto cosi come dice il professor Serge Hercberg, presidente del comitato direttivo del National Health Nutrition  non è un alimento o un frutta in se per se ma la combinazione di alimenti, la dieta che può offrire la possibilità di prevenzione sia per i tumori che per le  malattie cardiovascolari …

Molti alimenti, probabilmente anche perché sono stati ampiamente studiati, sono stati elogiati per il loro effetto antitumorale come aglio, pomodori, broccoli, ma è la dieta nel suo compliesso e lo stile di vita che svolgono un effetto protettivo, piuttosto che il consumo di grandi quantità di un singolo alimento.

Articoli simili Alimetazione e Cancro, Intervista al Dr. Beliveau

Alimentazione e cancro le 10 raccomandazioni World Cancer Research Fundultima modifica: 2009-11-03T21:23:00+01:00da guntherkf
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento